Perchè le persone sposano il consumo collaborativo

giro_scambio

Abbiamo impiegato il mese di Agosto per capire che il successo di qualsiasi progetto di consumo collaborativo dipende dal raggiungimento della massa critica, ovvero un numero di persone ed un numero di oggetti disponibili per il noleggio tra privati, tali per cui gli utenti possono facilmente trovare quello che serve in un luogo vicino.

Dopo aver capito la ragione del successo, abbiamo speso un’altra settimana di vacanza per misurare il potenziale che una piattaforma di noleggio tra privati ha di raggiungere la massa critica.
Locloc ha intervistato circa 50 utenti registrati sulla piattaforma di consumo collaborativo, che guarda caso sono spesso iscritti ad altri servizi di condivisione presenti in Italia. Partendo dalle interviste abbiamo
analizzato i motivi e li abbiamo aggregati in variabili in grado di spiegare perché le persone stanno aderendo in massa al movimento della sharing economy.

Gli utenti attuali appartengono prevalentemente alle categorie degli innovatori, i cosiddetti early adopters nella cultura web. Solo negli ultimi mesi il fenomeno si sta sdoganando tra gli utenti più comuni, dando ampie speranze di crescita a questa nuova forma di economia.

Questi utenti conoscono le piattaforme di condivisione attraverso la rete e i social media, ma hanno iniziato ad utilizzarle principalmente per necessità. Ecco il pilastro più importante. Il noleggio tra privati piace semplicemente perché è utile: a seconda delle esigenze, consente di trovare o porre in affitto qualsiasi oggetto, guadagnando, ma soprattutto risparmiando. Inoltre, la raccomandazione di un amico o di un programma televisivo hanno dimostrato di essere molto efficaci.

Aldilà della necessità del risparmio, supportata – purtroppo – dalla recessione, la nostra piccola ricerca ha individuato un insieme variegato di motivazioni sociali, ambientali e finanziarie che spingono all’utilizzo dei servizi di condivisione. Questi risultati, unitamente alla diffusione delle tecnologie peer-to-peer, alla rinascita della comunità, alle preoccupazioni ambientali e ad una nuova coscienza dei costi, indicano un potenziale di sviluppo della sharing economy notevole anche in Italia.

Persone differenti, con motivazioni diverse che vanno dall’altruismo, al senso di responsabilità (fattori intrinseci, cioè dipendenti dalla propria personalità) così come alla necessità di risparmio, causa recessione (fattori esterni, dipendenti dall’ambiente) sono tutti interessati alla sharing economy.
Attualmente all’interno del comune di Milano, considerando la community di Locloc e stimando la diffusione di altre piattaforme, tra cui Airbnb e Blablacar, sono oltre 15.000 i cittadini che partecipano al consumo  collaborativo, ritenendolo uno strumento di nuova concezione socialmente utile, conveniente e ad impatto ambientale ridotto.

Motivo Intrinseco Esterno Generale
Pratico • Necessità temporanea di un oggetto o di una competenza
• Conoscere ciò che è disponibile nelle vicinanze
• Ricercare casa per pochi giorni
• Risparmiare tempo
Sociale • Aiutare qualcuno da soddisfazione
• Essere aiutato da  soddisfazione
• Piacere della condivisione
• Incontrare le persone dal proprio vicinato
• Ricevere gratificazione
sociale e complimenti
• Reciprocità futura
• Favorire la coesione sociale
• Conoscere altre culture
• Prevenire litigi e conflitti
• Cercare nuovi amici e
connessioni con persone simili (stessi hobbies e passioni)
Ambientale • Evitare l’inutile inquinamento ambientale
• Evitare di gettare cibo e roba
• Condividere prodotti
non/poco utilizzati fa bene
all’ambiente
• La Terra ha raggiunto il
limite: serve un diverso consumo
Finanziario • Guadagnare da cose
inutilizzate
• Risparmiare sugli acquisti
• Imprenditorialità
• Colmare lacune del mercato
• Necessità di reddito
addizionale
• Evitare i costi
• Qualità a costi inferiori
Curiosità • Piacere di trovare possibili ricompense tangibili • Provare cose nuove
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...