Salone del Mobile di Milano: noleggi e ti diverti

Image

Dal 6 al 13 aprile torna puntuale come ogni anno il Salone del Mobile di Milano. È uno di quegli eventi che per una naturalizzata milanese come me appaiono come un meteorite che arriva in città. Ne trasforma le strade, le piazze, anche la gente sembra diversa. Per una settimana Milano è in mano a designer, studenti, uomini e donne d’affari, addetti ai lavori, appassionati, creativi così come tante persone normalmente curiose…

Per chi volesse aggiungersi a questa moltitudine ampia e divertente, abbiamo selezionato dall’armadio di Locloc tutti quegli oggetti e quelle idee che potrebbero aiutare a vivere in modo leggero la permanenza. Come? Evitando di portare in viaggio zaini pieni di oggetti ma noleggiando in città ciò che vi serve.

Un ipad ad esempio come quello messo a noleggio da Laura lo puoi avere a 3,60 euro al giorno. Lo tieni per il tempo che ti serve e lo restituisci prima di ripartire.

Per muoverti velocemente da un posto all’altro, può far comodo avere a disposizione una bici. A partire da 4 euro ne puoi affittare una. Ma attenzione ai binari del tram! Oppure, un tandem a 6 euro al giorno: per non perdere mai il compagno di viaggio. E per i gruppi che non vogliono proprio separarsi, Edmondo mette a noleggio il proprio risciò a 60 euro al giorno.

Se le fotografie fatte con il cellulare non ti soddisfano e consumano solo la batteria con cui vorresti invece rintracciare i tuoi amici, una macchina fotografica è l’alternativa per portare a casa ilmeglio di quello che hai visto. Dal nostro database puoi accedere a una scelta numerosa di Canon e Nikon reflex e digitali, con obiettivi e cavalletti da veri professionisti.

Nell’eventualità in cui una giornata non fosse sufficiente a vedere tutto il costo di una stanza doppia in affitto per una notte parte da 46 euro.

E se la serata prende una piega importante potete sempre far affidamento su borse, pochette e cravatte di lusso da affittare a meno di 15 euro al giorno.

Ai milanesi che come me invece rimangono in città per godersi il piacere di vederla diversa dal solito, consiglio di non limitare a guardare la DesignWeek dalla finestra ma di viverla anche un po’ in casa. Su Locloc è possibile trovare anche pezzi di design storico da noleggiare per il tempo di una serata o di una festa con amici. Un divano Knoll degli anni ’70 oppure sedie Cattelan un sacco Zanotta o una chaise longue di J. Bernett.

Buon divertimento.

Michela Nosé

 

Annunci

Buon compleanno Locloc

buoncompleanno copia

Succedeva precisamente un anno fa. In corrispondenza delle giornate di apertura di Fà la cosa giusta 2013, Locloc debuttava online. A volte penso che l’espressione “partorire un’idea” nasconda qualcosa di profondamente vero. Da mamma di due meravigliosi bambini, la nascita di Locloc ha rappresentato la conclusione di mesi e mesi di preparativi, di incontri, di indecisioni abbandonate e di decisioni prese: una gestazione vera e propria durante la quale quell’idea che aveva iniziato a ronzarmi nella testa due anni prima cominciava ad avere gambe e braccia.

Per Locloc tornare in Fieramilanocity, tra gli stand, a chiacchierare con la gente ha quindi un doppio significato: è la conferma di una relazione solida con la fiera, un luogo dove abbiamo sperimentato e toccato con mano il desiderio da parte delle persone di trovare effettivamente idee e pratiche alternative ai soliti modelli di consumo e la conferma del fatto che ci siamo, che è passato un anno e che in questi dodici mesi tantissime cose sono successe.

A dirlo sono i numeri. Sono freddi, lo sappiamo, ma ci raccontano la misura della nostra crescita da zero più di ogni altra cosa. 

Più di 7000 persone iscritte da marzo 2013, 12.000 fan su Facebook, 2500 oggetti a noleggio divisi in 12 categorie, dagli attrezzi per il bricolage a quelli per la casa, dagli appartamenti alle biciclette.

Non era facile affermare che esiste un altro modo di agire: che al momento del bisogno c’è un’alternativa all’acquisto e che questa alternativa si chiama noleggio tra privati e, al contempo, che quando un oggetto è poco usato c’è un modo per farlo fruttare e che questo modo si chiama noleggio tra privati.

Era una sfida culturale prima ancora che economica. E sentiamo di dire che abbiamo vinto quella sfida e per questo dobbiamo ringraziare tutte le persone che hanno creduto in noi facendo diventare sempre più grande questa community.

Michela Nosé

 

 

Festa del Papà: di tutto di più (noleggiando)

1979949_708511379199412_249287293_o

E se la festa del papà non fosse solo un’occasione per i figli di festeggiare i papà ma anche per i papà di festeggiare se stessi e il proprio ruolo? Il 19 marzo potrebbe essere il giorno in cui girano meno bigliettini e si vedono più biciclette in giro per la città, in cui si comprano meno cioccolatini e si vedono più canne da pesca spuntare dagli zaini dei bambini, il giorno in cui si fanno meno telefonate e si organizzano più pic nic al parco.

Non è solo una questione di tempo a frenare i papà dal fare tutte queste cose tutti i giorni. A volte è anche una questione di possibilità. Fare un viaggio. Comprare le attrezzature. Avere a disposizione il supporto giusto per l’età del bambino. Una delle prospettive da cui ci piace guardare Locloc è anche questa. Permettere a tutti di poter accedere a esperienze belle e uniche senza la discriminante di dover possedere l’oggetto che permette di accedervi.

E allora per i papà di tutto lo stivale abbiamo pensato di cercare dal grande database di Locloc alcune idee utili per condividere momenti unici con i propri figli.

Da Castel D’Azzano in provincia di Verona a Pachino in Sicilia, su Locloc si possono trovare persone che mettono a noleggio la propria mountain bike. Con tariffe che vanno dai 4 ai 18 euro per un giorno puoi immergerti in un percorso tra salite e discese, godere della fatica e dei panorami di una passeggiata in montagna e insegnare al tuo bambino come guardare la natura invece che i palazzi della città …

A San Giovanni Valdarno il signor Flavio mette a noleggio il proprio aereo superleggeroa 168 euro al giorno (compreso di comandante alla guida). Una di quelle esperienze difficili da dimenticare e che forse vale la pena di condividere insieme.

Ferdinando di Milano mette in affitto la propria canoa a 30 euro al giorno per una passeggiata diversa dal solito. Se abitate da quelle parti, passare una giornata in uno dei grandi laghi del Nord potrebbe essere una bella idea per una domenica di primavera.

Davide di Bari così come Marco a Bologna e come loro, molti altri, mettono in affitto le proprie tende da campeggio. A tariffe comprese tra  i 2,40 e i 12 euro al giorno, potrai far provare l’ebbrezza di dormire per la prima volta sotto le stelle senza preoccuparti di comprare una tenda nuova.

A voi la scelta dell’esperienza da condividere, ora.

Che cosa rende una città grande?

10ott2013 copy

Si tratta di una domanda importante, perché nel 2030, 5 miliardi di persone – il 60 per cento della popolazione mondiale vivrà nelle città, a fronte dei 3,6 miliardi di oggi: le città diventeranno sempre più il turbocompressore della crescita economica del mondo. Le nazioni in via di sviluppo dovranno affrontare un’urbanizzazione senza precedenti, mentre quelle già (per modo di dire) sviluppate devono già oggi lottare con infrastrutture vecchie e budget inesistenti. Continua a leggere

Perchè il consumo collaborativo sta esplodendo solo adesso

2sett_polaroid

È lo spirito green. Per alcune persone, è ancora auspicabile possedere un sacco di roba, anche se resta inutilizzata per il 95 per cento del tempo. Ma sempre più persone ormai considerano gli oggetti custoditi nel ripostiglio, utilizzati, poche volte all’anno, come rifiuti. Inoltre, l’utilizzo delle tecnologie di comunicazione per soddisfare un bisogno di un prodotto o servizio utilizzando le risorse esistenti, senza comprare niente, dimostra quanto potenziale ci sia per noi di utilizzare le risorse disponibili in modo migliore e più efficace, senza sprechi per l’ambiente. Continua a leggere